Campagna internazionale sulla sottotitolazione: Don’t leave us out ! by CCAC

La CCAC è un'organizzazione internazionale di volontari che collaborano per diffondere i valori dell'accessibilità e dell'inclusione ogni giorno.

L'accesso all'informazione è di vitale importanza per tutte le persone che hanno una disabilità uditiva ed è per questo che i membri della CCAC lavorano sul fronte della sensibilizzazione di concerto con organizzazioni profit e no-profit, enti pubblici e privati e professionisti del settore per diffondere l'accessibilità della cultura ma soprattutto la cultura dell'accessibilità.

Anche CulturAbile Onlus, come altre organizzazioni italiane, fa parte della CCAC. Dopo l'incontro del 14 marzo a Londra, in cui per la prima volta diversi membri CCAC provenienti da diversi Paesi si sono incontrati per concertare iniziative e strategie comuni future, è nato un progetto video volto alla diffusione dell'importanza della sottotitolazione per le persone sorde; tale progetto ha visto la partecipazione di rappresentanti e sponsor da numerosi Paesi Europei e non.

Un esperimento di condivisione, di discussione, di accessibilità davvero per tutti, un esempio di come le barriere possono essere abbattute senza enormi costi e grazie alla buona volontà ma anche alle competenze diversificate di tutti i partecipanti. Il video racconterà l'importanza dei sottotitoli dalla voce diretta delle persone che ne fanno richiesta. Sul video, la CCAC dichiara: 

It’s been a labor of love, and a wonderful intercultural and international collaboration with participants from USA, UK, Kenya, Germany, Ireland, Australia, France, Belgium, Canada, Netherlands, Italy and more!

Il video sarà diffuso intorno alla metà di giugno su numerosi canali online e sarà sottotitolato per sordi in inglese e in tante altre lingue.

Non state a guardare ma… state a vedere !

 

Per ulteriori informazioni: sito CCAC

email: ccacaptioning@gmail.com 

One Response to Campagna internazionale sulla sottotitolazione: Don’t leave us out ! by CCAC

  1. Pingback: Il lavoro di CCAC a favore dell’accessibilità « SDH Project

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *