Sensory Space: lo spazio diventa accessibile a tutti

L'associazione Blindsight Project, insieme a CulturAbile Onlus, Empatia Donne e Freerumble, presenta un progetto unico nel suo genere: Sensory Space. 

Sensory Space è un progetto per l'accessibilità di immagini e suoni dallo spazio. Il progetto, che ha riscontrato il favore e l'entusiasmo della Città della Scienza di Napoli e vede la collaborazione di diverse organizzazioni, tra cui l'UAI (Unione Astrofili Italiani), proporrà proprio per la prima volta a Napoli in occasione di 'Futuro Remoto' un percorso con suoni, immagini e colori accessibili alle persone con disabilità sensoriale.

Come? Suoni e colori dello spazio saranno selezionati in percorsi specifici e 'tradotti' in cromie e suoni accuratamente amplificati. La traduzione del suono in immagini è una sperimentazione relativamente recente che, insieme ai recenti sviluppi astronomici nel campo dell'osservazione e della raccolta di informazioni dallo spazio, permetterà alle persone sorde di avvicinarsi ad uno spazio che vibra e produce suoni e, con essi, emozioni.

Al tempo stesso le immagini saranno accompagnate non solo dai suoni ma da un'apposita descrizione che consentirà alle persone cieche di sperimentare uno spazio acustico in cui i suoni sono identificativi di pianeti ed oggetti stellari. 

Tutto il materiale confluirà in una produzione DVD che sarà presentato proprio in occasione di Futuro Remoto a Napoli. Inoltre, sarà possibile sperimentare questo percorso spaziale-sensoriale accessibile presso lo stand di Blindsight Project da ottobre 2012 a maggio 2013.

Per maggiori informazioni:Ufficio Stampa Blindsight Project

One Response to Sensory Space: lo spazio diventa accessibile a tutti

  1. Pingback: Sensory Space: lo spazio e la scienza diventano accessibili | Associazione CulturAbile Onlus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *