Obiettivo LIS: con sottotitoli in tempo reale di CulturAbile

Il 31 gennaio si terrà a Roma, la Conferenza "Obiettivo LIS", evento che si pone l’obiettivo di sensibilizzare la classe politica e l’opinione pubblica sulla necessità di pervenire a un rapido riconoscimento della Lingua dei Segni Italiana (LIS), come previsto dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, ratificata dall’Italia con L. 3 marzo 2009, n. 18.

La conferenza prevede approfondimenti scientifici, sociali e legislativi inerenti la Lingua dei Segni Italiana. 

Come si legge sul sito dell'ENS, "la conferenza vuole essere un momento a sostegno e promozione della nuova proposta di legge presentata dall’ENS e depositata in Parlamento, per il riconoscimento della LIS ma anche uno spazio per promuovere il principio della libertà di scelta: le persone sorde e le loro famiglie hanno il diritto di scegliere la modalità di comunicazione e di accesso alle informazioni che prediligono, nel pieno rispetto della loro autonomia e identità.

Vanno sostenuti, tutelati e diffusi tutti gli strumenti, gli ausili e le metodologie che possano contribuire – nel rispetto delle differenze, storie di vita e scelte individuali – all’inclusione sociale delle persone sorde."
 

Nel pieno rispetto del principio di scelta, la Conferenza sarà interpretata in LIS da ANIMU, e sarà sottotitolata in tempo reale con respeaking da CulturAbile. Sono previsti anche interpreti di LIS tattile. 

Di seguito il programma della giornata:

ore 09.00 » Accoglienza partecipanti;

ore 09.30 » Apertura lavori;

Moderatore dott. Alvaro Moretti, giornalista, Direttore di Leggo

– Giuseppe Petrucci – Presidente Nazionale ENS
– Dott. Pier Alessandro Samueli – Responsabile Area Formazione e Lingua dei Segni
– Dott. Costanzo Del Vecchio – Segretario Nazionale ENS

Il Riconoscimento della LIS e altri strumenti a tutela dei diritti delle persone sorde.

Saluti e interventi delle Autorità, delle Istituzioni e del mondo dell’Associazionismo

ore 10.30 » Le Lingue dei Segni e i diritti delle persone sorde in Europa
Ádám Kósa – Europarlamentare

ore 10.45 » Il riconoscimento delle lingue dei segni in Europa: un confronto 
Dott. Humberto Insolera – European Union of the Deaf

ore 11.00 » La ricerca sulle lingue dei Segni in Europa
Prof. Carlo Cecchetto – Università degli Studi di Milano-Bicocca

ore 11.15 » Coffee break

ore 11.30 » Le persone sordo cieche: la comunicazione è vita
Barbara Verna – Comitato Persone Sordocieche – Lega del Filo d'Oro

ore 11.45 » La lingua dei segni all’Università: l’esperienza dell’ateneo veneziano
Prof.ssa Anna Cardinaletti – Università Ca' Foscari Venezia

ore 12.00 » La lingua in un’altra modalità
Prof.ssa Sabina Fontana – Università di Catania

ore 12.15 » Vivere tra più lingue: il bilinguismo bimodale delle persone sorde 
Maria Cristina Caselli – Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR

ore 12.30 » Le ragioni del diritto alla lingua
Prof.ssa Sara Trovato – Università degli Studi di Milano-Bicocca

ore 12.45 » Accessibilità e vita quotidiana
Dott. Carlo di Biase / Dott.ssa Valentina Foa – Guida museale in LIS / Psicologa

ore 13.00-13.30 » Conclusione lavori

 

(Si ricorda che per gli uomini è obbligatorio indossare la giacca; la cravatta è facoltativa)

Per maggiori informazioni cliccare qui

Per scaricare il programma in formato pdf cliccare qui

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *