Il CERPA sceglie CulturAbile per la sottotitolazione del canale YouTube

Il CERPA – Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell'Accessibilità – sceglie CulturAbile per l'accessibilità del proprio canale YouTube. Da oggi, infatti, sul canale YouTube del CERPA, disponibile a questo indirizzo web, i video saranno disponibili con i sottotitoli in lingua italiana attivabili semplicemente con la selezione attraverso il tasto CC. 

Come recita il comunicato stampa diramato dal CERPA, la sottotitolazione delle videointerviste della mediateca realizzate con i soci, le socie e le partner del centro, si pone in un'ottica di concreta attuazione della cultura dell'inclusione, che costituisce uno dei temi fondanti per il CERPA. Tale accessibilità "non può non passare anche attraverso l’accessibilità dei materiali prodotti e presenti nel sito web di tale ONLUS. E così, grazie a una collaborazione con l’Associazione CulturAbile, le videointerviste realizzate nel corso del 2013 saranno d’ora in poi disponibili – sia nel canale YouTube di CERPA Italia, sia nella Sezione Video del sito -anche con la sottotitolazione, attivabile grazie a un apposito comando sul pannello di controllo di ciascun video"

Quali sono le video interviste sottotitolate e perché questa scelta?
«Raccontare attraverso la viva voce di chi tocca con mano – si legge in un comunicato del CERPA -, e ha esperienza pluriennale sul campo, di tematiche come il benessere ambientale, l’accessibilità, l’usabilità, la sicurezza, l’urbanistica, la progettazione inclusiva, la normativa, l’inserimento lavorativo, il turismo accessibile e molto altro, utilizzando un mezzo di comunicazione immediato come i video, significa fare cultura e stimolare una riflessione, non soltanto attraverso la teoria, ma soprattutto attraverso la testimonianza diretta di chi lavora quotidianamente in questi àmbiti. In tal senso, anche una modalità di comunicazione come i video, per essere considerata accessibile a tutti e tutte, dev’essere accompagnata da quelle che la normativa (requisito n. 18 della Legge 4/04, la cosiddetta “Legge Stanca”) definisce “alternative testuali equivalenti sincronizzate”. I sottotitoli – ovvero una delle alternative possibili previste per rendere accessibili i contenuti multimediali – sono quindi indispensabili per la completezza dell’informazione trasmessa. Ma non si tratta soltanto di rispettare delle disposizioni di legge».

Piera Nobili, presidente di CERPA Italia, sottolinea come «rendere piacevolmente e semplicemente fruibile la comunicazione sia un requisito fondante per noi, non tanto perché una normativa lo prescrive (utile e talvolta indispensabile), quanto perché ci accompagna da sempre la consapevolezza che molte persone, diverse fra loro, abitano il mondo, e ognuna di esse ha un proprio modo di starci per età, genere, cultura, ceto, stato di salute, ecc. Il progetto, anche quello comunicativo, non può dunque prescindere da questo, non può dimenticarsi delle molte differenze che lo contatteranno e lo useranno. Contiamo che questo nostro impegno possa tradursi anche in un contributo alla diffusione della cultura dell’inclusione, a far riflettere chi avvicinerà questa nostra iniziativa sul perché è stata fatta e a chi è rivolta».

Lo staff di CulturAbile ringrazia il CERPA per la collaborazione e auspica che sempre più realtà, nel settore pubblico e privato, scelgano di sottotitolare il proprio materiale audiovisivo e multimediale per renderlo – finalmente – accessibile alle persone che hanno bisogno della sottotitolazione che, come sappiamo, non si esauriscono soltanto nell'utenza sorda, ma abbracciano una categoria molto più ampia di pubblico. 

Per informazioni sulle modalità di sottotitolazione e su come rendere accessibile il vostro materiale audiovisivo, contattateci all'indirizzo email culturabile@gmail.com  

One Response to Il CERPA sceglie CulturAbile per la sottotitolazione del canale YouTube

  1. Pingback: Ascoltare con gli occhi: le esigenze abitative delle persone con disabilità sensoriale | Associazione CulturAbile Onlus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *