Chi siamo

L'associazione CulturAbile Onlus nasce nel 2010 per promuovere l’accessibilità culturale per i disabili sensoriali (persone sorde e cieche) attraverso la sottotitolazione e l’audiodescrizione. 
 
CulturAbile produce e realizza sottotitoli e audiodescrizioni in modo professionale e per diverse tipologie di eventi, garantendo anche la parte tecnica e la messa di voce delle audiodescrizioni, con un supporto operativo qualificato e l'apporto di professionisti del campo teatrale e cinematografico. 
 
Siamo uno staff di persone giovani con esperienza nel settore dell'accessibilità, della sottotitolazione, del respeaking, dell'audiodescrizione, ma non solo.
 
Ci presentiamo:
 
 
Saveria Arma – Presidente 
Sottotitolatrice, respeaker e audiodescrittrice professionista. Ho una laurea in Lingue Straniere e una specializzazione in Interpretariato di Conferenza, con una tesi sul respeaking applicato alla resocontazione parlamentare. Lavoro nel campo dell'accessibilità dal 2002 circa e ho appena terminato un dottorato in Lingua Inglese per Scopi Speciali con una tesi sulla Lingua delle audiodescrizioni filmiche e il processo di aggettivazione filmica. Ho una grande passione per la sottotitolazione, il respeaking, l'audiodescrizione e le nuove tecnologie e una buona esperienza nel mercato pubblico e privato e nell'insegnamento in tema di accessibilità. 
CONTATTO DIRETTO: culturabile@gmail.com 
TELEFONO: 339-5015639
 
rossella armaRossella Arma – Grafica 
Io sono Rossella Arma. Sono laureata in Archittura di Interni, studio Scenografia e Allestimento. Con una passione per la fotografia, il teatro, il mare (… e per un mucchio di altre cose) collaboro con CulturAbile e il progetto Audiolib(e)ri nel settore 'T.I.I.' ovvero Traduzioni in Immagini. Armata di creatività, matita e pc traduco in immagini pensieri e progetti. Una frase: "Voglio, avrò." (F. Pessoa)
 
 
chiara fregugliaChiara Freguglia – Collaboratrice
Mi chiamo Chiara Freguglia, sono nata a Torino nel 1983. Mi sono diplomata come attrice professionale presso la Scuola d'Arte Drammatica "Teatranza Artedrama" di Moncalieri (TO), nel 2004. Lo stesso anno mi sono iscritta all'Università degli Studi di Torino per conseguire nel 2007 la laurea in Scienze della Mediazione Linguistica per Traduttori e Dialoghisti Cine-Televisivi, con una tesi improntata su un nuovo amore: la sottotitolazione per non udenti. Attualmente sto completando i miei studi con la laurea magistrale in Lingue, letterature moderne e scienze della traduzione presso l'Università La Sapienza, con una tesi che cerca di approfondire lo stato dell'arte dei sottotitoli in Italia. Continuo a migliorare il mio livello di conoscenza delle lingue collaborando con la scuola di italiano per stranieri Italiaidea srl di Roma, in veste di assistente e tutor degli studenti americani. Le emozioni del teatro, invece, le vivo ancora grazie alla compagnia Thealtro di Torino.
 
 
enza armaEnza Arma – Contatti e Relazioni
Sono Enza Arma, ho 26 anni e sono laureanda in Giurisprudenza presso l'università di Roma Tre e lavoro presso uno studio legale come collaboratrice di un avvocato civilista. Ho da sempre cercato di sviluppare una sensibilità rispetto all'accessibilità e ho avuto l'occasione di avvicinarmi in concreto a questa realtà grazie all' Associazione CulturAbile di cui faccio parte. Ho una buona capacità organizzativa che ho sfruttato in collaborazione con gli altri volontari dell'Associazione per promuovere raccolte fondi per realizzare progetti inerenti all'accessibilità culturale a favore delle persone sorde e cieche. Ho una buona esperienza nelle public relations e nei social network e in CulturAbile mi occupo anche della gestione dei contatti e degli account 'social'.Amo la vita e il mio motto è cercare di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno !
 
 
Ludovica Montegiove – Sottotitolatrice
Sono Ludovica Montegiove, ho 26 anni e sono laureata presso la Scuola Superiore per Mediatori Linguistici in Interpretariato e Traduzione. Recentemente ho conseguito una specializzazione in Traduzione letteraria e tecnico-scientifica con una tesi sulla traduzione e sottotitolazione per sordi di un film argentino. Negli ultimi anni ho maturato esperienza nell'accessibilità per i sordi, in particolare nel campo della sottotitolazione dell'audiovisivo per non udenti, un lavoro impegnativo ma molto gratificante! Sono una lettrice appassionata e un'infaticabile sognatrice, il mio motto è "chi non osa nulla, non speri in nulla." 
 
 
foto di giacomo pirelli Giacomo Pirelli. Sono Giacomo e sono nato a Bruxelles nel 1981. Sono diventato sordo a 3 anni per infezioni all'orecchio e poi ho fatto l'impianto cocleare nel 1999.

Mi sono iscritto all’Università degli Studi di Torino nel 2002 per conseguire la laurea specialistica in Rappresentazione Audiovisiva Multimediale, nel gennaio 2008 con una tesi di laurea "Comunicazione Multimediale nei grandi sportivi" con un capitolo dedicato alla sottotitolazione dello sport televisivo dalle Olimpiadi alle partite di calcio per i sordi.
Lavoro come tecnico informatico attualmente all’Università degli Studi di Torino per la Divisione Servizi Web Integrati d’Ateneo e mi occupo di grafica e di progetti multimediali per i servizi online.
Ho collaborato con mio padre, Giuliano, per il Progetto Europeo Voice della Commissione Europea sin dal 1996 per l'applicazione del software di riconoscimento vocale in diversi ambiti (scuola, lavoro, associazioni, etc.) e per il respeaking.
Collaboro da tanti anni con diverse associazioni dei genitori con figli sordi e impiantati come la FIADDA, l’ALFA, l’APIC, l’AFAmut, con CulturAbile e con le Federazioni Internazionali dei sordi oralisti come IFHOHYP, EFHOH, IFHOH per il volontariato in particolare sulla sottotitolazione e sull’accessibilità a livello locale, nazionale e internazionale. Da pochi mesi su questo tema io e Vera stiamo collaborando anche con CCAC Captioning per una campagna internazionale di advocacy per la sottotitolazione.

                                                                                                                                                                  

Anna Zambelli, collaboratrice

Ho una laurea in Lingue e Letterature Orientali, un DPhil in letteratura araba presso la Oxford University, e un Master in Business Administration. Sono traduttrice per passione; la sottotitolazione è l’amore più recente, nato grazie a un Master in Traduzione Audiovisiva che terminerò a breve. Collaboro con CulturAbile per un progetto di sottotitolazione di videofiabe.

Mi piace pensare che, nella vita, tutto sia possibile, per questo cerco di prenderla con leggerezza, come ricordava Calvino: “Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore”.
 
                                                                                                                          
Marilena  Lavra – stagista METAV
 
 
Insegno Lingue e Civiltà Straniere nella  scuola secondaria di secondo grado. Mi sono specializzata nel campo della Didattica delle Lingue Straniere all’Université Stendhal di Grenoble con la Maîtrise in FLE.  Ho proseguito le mie ricerche nel campo dell’apprendimento con diversi corsi di PNL  e Psicologia della Comunicazione.  Il Master in Tutela del Minore dell’Università di Ferrara mi ha aperto nuovi orizzonti nella comprensione del disagio giovanile.
Ho conseguito recentemente la Laurea di Antropologia ed Etnologia,  una delle mie grandi passioni, con una tesi sull’Antropologia dello Spazio e la riscoperta del genius loci.
Uno dei miei sogni è sempre stato tradurre: ho frequentato il Metav che mi ha permesso di scoprire un settore della traduzione davvero innovativo e coinvolgente e di appassionarmi alla sottotitolazione.
Sono una grande sostenitrice del long-life learning, come principio educativo ma anche come passione e interesse personale, sfruttando le varie opportunità offerte dalle tecnologie dell’informazione, della comunicazione, dalle arti… e dalle esperienze della vita, con tecniche sempre più vicine alle diverse esigenze e sensibilità di ognuno e nel rispetto dei diversi stili di apprendimento… un sogno?